La leggenda della principessa Marabella a Campofelice

Monte Marabito
Monte Marabito al tramonto

La Sicilia è una terra ricca di miti e leggende, ma soprattutto di luoghi che ne hanno ispirato la nascita. Per questo vi voglio raccontare la leggenda della principessa Marabella e della fiera settennale a cui tutti coloro che vivono a Campofelice di Fitalia sono legati.

Chi ha percorso, o che percorrerà, la strada provinciale S.P. 55, che collega Campofelice di Fitalia a Mezzojuso, saranno attratti da Pizzo Marabito, montagna che domina il paesaggio, resa famosa in tutta la Sicilia, dalla leggenda che narra d’immensi tesori nascosti nelle sue viscere.

Una volta raggiunto il paese di Campofelice di Fitalia vi basterà porre, alla prima persona che incontrerete passeggiando sul corso, o che vedrete seduta in piazza a godersi un raggio di sole, questa domanda: “ma la montagna che ho visto arrivando come si chiama?”. Avrà inizio un racconto di leggende e storie che creano un legame tra la montagna, il piccolo borgo e i suoi abitanti.

Parlo al plurale perché di leggende ce n’è più di una, che a volte si intrecciano. Ora ve ne voglio raccontare due.

Monte Marabito a Campofelice di Fitalia
Vista del Monte Marabito

La leggenda della principessa Marabella.

Si racconta di una bellissima principessa di nome Marabella, che per essersi rifiutata di sposare un principe saraceno fu rinchiusa con il suo cavallo bianco nella grotta del Marabito e per incantesimo pietrificata insieme ad esso.

La principessa tiene in mano il libro della saggezza e se qualcuno riuscirà a leggere anche una sola parola di esso, l’incantesimo sarà sciolto e la montagna si sgretolerà, coprendo d’oro e di gemme preziose i sette paesi che vi stanno attorno.

La fiera settennale e la profezia.

Ogni sette anni , nella pianura che si estende alle falde del Pizzo Marabito, ha luogo una grande fiera, con luminarie, spettacoli di canti e balli, bancarelle di animali e merce d’ogni tipo. Nessuno è a conoscenza del giorno e dell’anno in cui si svolgerà.  Perciò se avrai la fortuna di trovarti nel posto giusto, ovvero a Campofelice di Fitalia, nella fatidica notte, quando sentirai una musica provenire dalla montagna e vedrai una luce, allora capirai che è giunto il momento. Ma non devi dirlo a nessuno, altrimenti una volta arrivato nei dintorni non vedresti proprio nulla. Devi andare da solo. Allora si che una volta arrivato ai piedi della montagna vedrai la festa in corso con tutte le bancarelle.

C’è un’ultima cosa da sapere. Se comprerai qualcosa la montagna si sgretolerà. I tesori nascosti al suo interno affioreranno, ma allo stesso tempo i sette paesi che si ammirano dalla sua sommità, Campofelice di Fitalia, Godrano, Cefalà Diana, Villafrati, Baucina, Vicari e Caccamo, verrebbero distrutti. In altri paesi, invece, si crede che quando cadrà la montagna del Marabito la Sicilia sarà inondata di oro.

Le “Truvature”

Quello che vi ho appena raccontato rientra nel filone delle ‘Truvature, leggende che fanno riferimento all’assunto storico per cui, con l’arrivo dei musulmani, molti dei siciliani decisero di seppellire i propri tesori, per non farseli rubare. 

Chissà se leggere di queste leggende ha suscitato in voi il desiderio di fare una escursione su questa montagna, o di visitare il piccolo borgo per sentire di persona i racconti della gente del luogo, che in passato, ha cercato di entrare nelle grotte che effettivamente esistono.

Infondo, le leggende hanno sempre un briciolo di verità?!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*